Una “cura sbagliata” per una sanità sempre più “malata”

Una “cura sbagliata” per una sanità sempre più “malata”

La spesa pubblica per il S.S.N. è in continuo peggioramento: dal 2017 al 2020 la percentuale era rimasta ferma al 6,6% del PIL (tra le più̀ basse in Europa), aumentando al 7,3% nel 2021 a causa delle spese COVID, ma scendendo al 6,7% nel 2022, al 6,6% nel 2023 e addirittura al 6,3% nel 2024. In altri termini, meno risorse umane e strutturali (mancano non meno di 20mila tra medici e infermieri), ricorso sempre più frequente al privato (è di questi giorni la notizia che dopo Ferrara, ora anche a Modena e Reggio Emilia le Ausl ricorrono a bandi per…

LEGGI TUTTO L’ARTICOLO

FONTE | SOSTENERE L’AUTORE